Il modulo quesiti non è più disponibile: quesiti e risposte, se ritenuti di interesse comune, saranno pubblicati in questa pagina.

Risposte pubblicate

L'altezza massima di 8 metri cui si fa riferimento nel DIP appare chiaramente riferita al corpo anulare che circonda la chiesa vera e propria su tre lati. Si chiede se il corpo centrale della chiesa può mantenere l'altezza attuale, corrispondente a quella della facciata su corso Umberto, e che venga specificata la sua misura.

L’altezza massima dei due corpi laterali (linea di gronda) dovrà essere di 8 mt, l’altezza massima del corpo principale (linea di gronda) dovrà essere di 12,5 mt . Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. Della pubblicazione della documentazione tecnica aggiornata e ne sarà data comunicazione nella home page del concorso.

Perchè il limite di altezza del nuovo edificio è fissato dal bando in 8m (DIP pag 13), quando l'altezza della facciata della chiesa superava i 12 m alla linea di gronda del corpo centrale della chiesa.

L’altezza massima dei due corpi laterali (linea di gronda) dovrà essere di 8 mt, l’altezza massima del corpo principale (linea di gronda) dovrà essere di 12,5 mt (vedasi rilievo presente nella documentazione aggiornata).
 Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. Della pubblicazione della documentazione tecnica aggiornata e ne sarà data comunicazione nella home page del concorso.

Esiste il vincolo della conservazione del perimetro interno della chiesa e delle rovine che lo rendono ancora oggi visibile?

La proposta progettuale dovrà essere realizzata sfruttando l’ingombro massimo dell’area di sedime del fabbricato preesistente, le giaciture interne e gli spiccati murari superstiti possono essere integrati o meno nella proposta a seconda delle scelte progettuali.

Il PSR (El. 3.5) pone un vincolo di ricostruzione integrale della facciata: questo significa che deve essere riproposta la facciata crollata nelle stesse proporzioni e materiali? E se sì come si lega tale vincolo all'indicazione di altezza massima del nuovo edificio contenuta nel DIP pari a 8 metri?

L’altezza massima dei due corpi laterali dovrà essere di 8 mt (linea di gronda), l’altezza massima del corpo principale dovrà essere di 12,5 mt (linea di gronda) (vedasi rilievi allegati).
La ricostruzione della facciata deve valorizzare la memoria dell’edificio ante-sisma, le modalità di raggiungimento di tale obiettivo sono l’oggetto del concorso come riportato nel DIP “Si richiede che il prospetto lungo corso Umberto valorizzi la memoria della facciata principale della chiesa di San Giuseppe, il nuovo edificio dovrà richiamare la memoria del luogo originario, attraverso la sensibilità progettuale dei concorrenti che si potrà manifestare nei modi ritenuti più opportuni.”
 Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata e ne è data comunicazione nella home page del concorso.

Rispetto della volumetria significa anche rispetto della sagoma in sezione originaria? Se sì, è possibile avere un disegno della sezione?

La sezione originaria non deve essere obbligatoriamente riproposta. La sezione è visibile nei rilievi storici presenti nella documentazione aggiornata. Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata e ne è data comunicazione nella home page del concorso. Non si ha a disposizione rilievo dello stato attuale, documentazione fotografica circa lo stato attuale è visionabili nella documentazione aggiornata. Resta fermo il vincolo dettato nel DIP circa il rispetto della volumetria.

Sono richieste determinate superfici per le funzioni richieste?

Nella sezione "DOCUMENTI" della pagina dedicata al concorso è disponibile il documento che contiene indicazioni delle quantità richieste per il nuovo edificio; della pubblicazione ne è data comunicazione sulla home page del concorso. Le superifici funzionali richieste per il nuovo edificio sono le seguenti: Hall/accoglienza pubblico- 30,00 mq , Servizi igienici per il personale-40,00 mq, Magazzino/deposito-50,00 mq , Locali tecnici-30,00 mq , Spazi espositivi distribuiti anche su due livelli-360,00 mq, Servizi igienici per il pubblico-60,00 mq, Laboratori d’artista con relativi servizi-160,00 mq, distributivo circa 10% del totale-80,00 mq. 
A discrezione dei partecipanti, sono possibili proposte migliorative alle superfici suindicate, pur nel rispetto delle quantità complessive. 

 

buongiorno, volevamo sapere se era possibile specificare maggiormente le funzioni richieste e le loro superfici

Nella sezione "DOCUMENTI" della pagina dedicata al concorso è disponibile il documento che contiene indicazioni delle quantità richieste per il nuovo edificio; della pubblicazione ne è data comunicazione sulla home page del concorso. Le superifici funzionali richieste per il nuovo edificio sono le seguenti: Hall/accoglienza pubblico- 30,00 mq , Servizi igienici per il personale-40,00 mq, Magazzino/deposito-50,00 mq , Locali tecnici-30,00 mq , Spazi espositivi distribuiti anche su due livelli-360,00 mq, Servizi igienici per il pubblico-60,00 mq, Laboratori d’artista con relativi servizi-160,00 mq, distributivo circa 10% del totale-80,00 mq. 
A discrezione dei partecipanti, sono possibili proposte migliorative alle superfici suindicate, pur nel rispetto delle quantità complessive. 

 

Buongiorno, scrivo per sapere se avete a disposizione un rilievo della chiesa di San Giuseppe (ante sisma), oppure un rilievo dello stato attuale che attesti la presenza e la posizione dei ruderi. Anche con un basso livello di dettaglio. Grazie

Nella sezione "DOCUMENTI" della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata.  Della pubblicazione ne è data comunicazione sulla home page del concorso.

Sarebbe possibile, se esistente, avere un rilievo della chiesa prima del crollo? Ci sono foto degli interni? Grazie

Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. Non si ha a disposizione rilievo dello stato attuale, documentazione fotografica circa lo stato attuale è visionabili nella documentazione aggiornata. Della pubblicazione del materiale tecnico integrativo  ne è data comunicazione sulla home page del concorso.

• E’ possibile indicare nel file B01_Rilievo topografico il perimetro dell’area oggetto di concorso? • E’ disponibile un rilievo delle macerie basamentali dell’ex Chiesa? • E’ disponibile un rilievo dell’ex Chiesa ante sisma? • E’ possibile integrare il file B01_Rilievo topografico e il file B01_Rilievo dell’area con il perimetro dell’edificio confinante? • Aggregato ID456: lo spazio aperto prospiciente via Nibbi, confinante con l’edificio oggetto di concorso, sarà ad uso pubblico o privato? • Quanti mq di laboratori per artisti devono essere previsti? • Quanti mq di spazio espositivo devono essere previsti? • Quanti servizi igienici devono essere previsti? • Quanti mq di magazzino devono essere previsti? • I laboratori d’artista a chi sono rivolti? Contengono attività rivolte al pubblico (bambini/adulti,etc) ?

1• Nella sezione “DOCUMENTI” è disponibile un file in formato .dwg con l'individuazione dell'area oggetto di concorso.
2•Le fotografie dello stato attuale sono visionabili nella documentazione aggiornata carica nella sezione “DOCUMENTI”.
3• Nella sezione “DOCUMENTI”  è stata caricata documentazione tecnica aggiornata.
4• Nella sezione documenti è disponibile un file rilievo dell’area in formato .dwg con il perimetro dell’edificio confinante.
5• la proposta progettuale dovrà essere realizzata sfruttando l’ingombro massimo dell’area di sedime del fabbricato preesistente.
6- 7- 9• Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è disponibile il documento che contiene le  indicazioni della quantità richieste per il nuovo edificio. vedi riscontro quesito n.6
8•   vedi riscontro quesito n.6
10• I laboratori di artista saranno spazi di lavoro, non destinati ad accogliere attività per il pubblico.

 

Della pubblicazione del materiale tecnico integrativo  ne è data comunicazione sulla home page del concorso.

. avevamo un dubbio relativo agli “schemi aggregativi”. Con questo termine si intende schemi volumetrici o altro?

Per "schemi aggregativi" si intede: schemi, ideogrammi volumetrici e/o quant'altro possa meglio illustrare la proposta progettuale. 

Cari tutti, scrivo per chiedere se il layout del primo grado possa essere modificato nella grafica mantenendo gli stessi disegni e inquadramenti?

Il layout del primo grado può esser modificato purché siano rispettate le indicazioni contenute nei documenti di concorso, restano possibili modifiche all’elaborazione grafica dei contenuti.

Gent.ssimi, i professionisti richiesti per il gruppo di lavoro devono essere presenti già nel secondo grado oppure possono essere aggiunti in caso di aggiudicazione?

Nel secondo grado del concorso, il gruppo di lavoro dovrà già comprendere le figure professionali richieste dal bando.

Si chiede se il rispetto degli 8 m di altezza è da tenere solo nella navata più alta dell’edificio da demolire oppure se si tratta di un’altezza media da poter ripartire su tutta l’area di progetto

L’altezza massima dei due corpi laterali (linea di gronda) dovrà essere di 8 mt, l’altezza massima del corpo principale (linea di gronda) dovrà essere di 12,5 mt (vedasi rilievo presente nella documentazione aggiornata). Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. Della pubblicazione della documentazione tecnica aggiornata e ne sarà data comunicazione nella home page del concorso.

Buongiorno i mq relativi ai vari ambienti da progettare sono a descrizione dei progettisti oppure la stazione appaltante fornirà un programma con relative superifici da destinare ai vari usi? grazie

Nella sezione "DOCUMENTI" della pagina dedicata al concorso è disponibile il documento che contiene indicazioni delle quantità richieste per il nuovo edificio.Della pubblicazione della documentazione tecnica aggiornata e ne sarà data comunicazione nella home page del concorso.
Le superifici funzionali richieste per il nuovo edificio sono le seguenti: Hall/accoglienza pubblico- 30,00 mq , Servizi igienici per il personale-40,00 mq, Magazzino/deposito-50,00 mq , Locali tecnici-30,00 mq , Spazi espositivi distribuiti anche su due livelli-360,00 mq, Servizi igienici per il pubblico-60,00 mq, Laboratori d’artista con relativi servizi-160,00 mq, distributivo circa 10% del totale-80,00 mq. 
A discrezione dei partecipanti, sono possibili proposte migliorative alle superfici suindicate, pur nel rispetto delle quantità complessive. 

In riferimento al bando di concorso per la ricostruzione del volume distrutto da sisma della volumetria di mc 3089,83 vi chiedo la cortesia di num. 4 chiarimenti: 1 - nel Documento di Indirizzo alla Progettazione B1.01, pagina 13 (tredici) si individua l’altezza massima di 8 ml. Si chiede a codesto ufficio se detta altezza, nel rispetto della volumetria rilevata, può risultare dalla media ponderata delle altezze dei vari fronti di prospetto (facciate) anche retrostanti (situazione ante sisma) o essa, è da intendersi l’altezza massima consentita per l’intero edificio? 2 - La quota dell’altezza dei fronti è da rilevarsi dalla quota stradale o dall’estradosso del solaio del piano terra? 3 – il lato ovest-nord/ovest è in comunione (o contatto) con altre proprietà/costruzioni (ad oggi non più esistenti). È ammesso, per il piano di ricostruzione, intervenire su quel lato variando l’originaria quota di gronda? 4 – Su via Antonio Nibbi e via San Giuseppe è ammesso variare gli allineamenti degli ex-setti murari (facciate retrostanti componenti il corpo principale della ex-chiesa) avvicinando gli stessi verso la viabilità, o questo crea pregiudizio per distanze, vedute e diritti di terzi? Ringraziando per l’attenzione cordialmente saluto Anonimo.

1- L’altezza massima dei due corpi laterali (linea di gronda) dovrà essere di 8 mt, l’altezza massima del corpo principale (linea di gronda) dovrà essere di 12,5 mt (vedasi rilievo presente nella documentazione aggiornata).
2- Le altezze dei fronti vanno misurate a partire dalle relative quote stradali.  
3- no, nella proposta progettuale tale soluzione non può essere contemplata.
4- la proposta progettuale dovrà essere realizzata sfruttando l’ingombro massimo dell’area di sedime del fabbricato preesistente, le giaciture interne e gli spiccati murari superstiti possono essere integrati o meno nella proposta a seconda delle scelte progettuali.

Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. Della pubblicazione della documentazione tecnica aggiornata e ne sarà data comunicazione nella home page del concorso.

Ex Chiesa S.Giuseppe. Dalla lettura dell' EL.4.1 "Disposizioni regolamentari" art. 1, comma 2, art. 5.7, comma 2 e dell' EL.3.5 "Indirizzi per la ricostruzione del centro abitato storico di Amatrice in relazione ai gradi di qualità e alle componenti morfologiche ed insediative ed urbane" del PSR, sembra discendere il vincolo al "ripristino delle volumetrie, delle sagome e del disegno dei prospetti prospicienti gli spazi pubblici" nonché, per i fronti strada giudicati di qualità medio alta puntualmente identificati negli elaborati, ammissibili solo piccole modifiche del partito architettonico e delle finiture provvedendo a mantenere e riproporre tali elementi nel rispetto delle proporzioni e dell’ordine compositivo originario. In sintesi ne discende che sagoma, volume e prospetto principale dell'edificio progettato debbano coincidere col preesistente. Ciò appare in parziale contraddizione col DIP che al punto 6.2 "OBIETTIVI ARCHITETTONICI" prescrive più genericamente il rispetto del perimetro della chiesa e della volumetria originaria, non superando quindi gli 8 metri di altezza e richiede che il prospetto lungo corso Umberto semplicemente "valorizzi la memoria" della facciata principale attraverso la sensibilità progettuale dei concorrenti che si potrà manifestare nei modi ritenuti più opportuni. Si chiede cortesemente l'interpretazione autentica, poiché oltretutto secondo la prima lettura occorrerebbero rilievi planoaltimetrici quotati e non solo semplici fotografie del fabbricato ante sisma. Infine si chiede se per Volume si debba intendere, come sopra riportato, il perimetro lordo per l'altezza max di m. 8,00 o quanto indicato più in dettaglio nella scheda dell'Opera: mq 405,49x Hmed 7,62 = mc 3.089,83. Grazie

Si specifica che le Disposizioni Regolamentari, approvate con DCC n. 27 del 06/05/2022, facenti parte del Programma Straordinario di Ricostruzione del Comune di Amatrice, si applicano alla ricostruzione privata. L’altezza massima dei due corpi laterali dovrà essere di 8 mt (linea di gronda), l’altezza massima del corpo principale dovrà essere di 12,5 mt (linea di gronda). Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. Della pubblicazione della documentazione tecnica aggiornata e ne sarà data comunicazione nella home page del concorso.
La ricostruzione della facciata deve valorizzare la memoria dell’edificio ante-sisma, le modalità di raggiungimento di tale obiettivo sono l’oggetto del concorso come riportato nel DIP “Si richiede che il prospetto lungo corso Umberto valorizzi la memoria della facciata principale della chiesa di San Giuseppe, il nuovo edificio dovrà richiamare la memoria del luogo originario, attraverso la sensibilità progettuale dei concorrenti che si potrà manifestare nei modi ritenuti più opportuni.”

E' possibile avere un rilievo dell'edificio preesistente (piante, sezione, prospetto o almeno uno di questi) e dei ruderi attuali?

Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. Della pubblicazione della documentazione tecnica aggiornata e ne sarà data comunicazione nella home page del concorso. Non si ha a disposizione rilievo dello stato attuale. Le fotografie dello stato attuale sono visionabili nella documentazione aggiornata.

Avremmo la necessità di sapere se è disponibile il rilievo planimetrico della Chiesa di San Giuseppe, e se è obbligatorio mantenere, integrandolo nella proposta di progetto, ciò che rimane della parte basamentale della chiesa.

Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. Della pubblicazione della documentazione tecnica aggiornata e ne sarà data comunicazione nella home page del concorso. Non si ha a disposizione rilievo dello stato attuale. Le fotografie dello stato attuale sono visionabili nella documentazione aggiornata. I muri superstiti possono essere integrati o meno nella proposta a seconda delle scelte progettuali.

E' possibile demolire le rovine o parte di esse?

I muri superstiti possono essere integrati o meno nella proposta a seconda delle scelte progettuali,  Il DIP in merito non detta vincoli.

E' possibile ricevere .dwg dei prospetti o altro elaborato grafico?

Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. Non si ha a disposizione rilievo dello stato attuale. Le fotografie dello stato attuale sono visionabili nella documentazione aggiornata. Tale documentazione non è disponibile in formato .dwg.

Nel layout della tavola 1 dove è indicato PLANIMETRIA AREA DI INTERVENTO scala 1:200 cosa si intende? Pianoterra, coperture, piano a scelta?

A discrezione dei partecipanti, potrà essere riportata la pianta del livello ritenuto maggiormente significativo.

E' possibile ricevere materiale integrativo sulla chiesa pre-sisma? Fotografie esterne ed interne, planimetrie sezioni etc...

Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. Non si ha a disposizione rilievo dello stato attuale. Le fotografie dello stato attuale sono visionabili nella documentazione aggiornata. Tale documentazione non è disponibile in formato .dwg.

Sul bando si fa riferimento alla necessità di mantenere inalterata la volumetria e si precisa che l'altezza massima dovrà essere non superiore agli 8m. Avete il dato della volumetria della chiesa, o un rilievo? Oppure si fa riferimento ad una volumetria approssimativa? La configurazione planivolumetrica del nuovo edificio potrà assumere assetti diversi da quella del manufatto demolito? E' possibile prevedere un livello interrato? Grazie

L’altezza massima dei due corpi laterali dovrà essere di 8 mt (linea di gronda), l’altezza massima del corpo principale dovrà essere di 12,5 mt (linea di gronda) (vedasi documentazione tecnica allegata). La ricostruzione della facciata deve valorizzare la memoria dell’edificio ante-sisma, le modalità di raggiungimento di tale obiettivo sono l’oggetto del concorso come riportato nel DIP “Si richiede che il prospetto lungo corso Umberto valorizzi la memoria della facciata principale della chiesa di San Giuseppe, il nuovo edificio dovrà richiamare la memoria del luogo originario, attraverso la sensibilità progettuale dei concorrenti che si potrà manifestare nei modi ritenuti più opportuni.” Al fine di rispettare il vincolo dettato dal DIP circa la volumetria originaria si allega documentazione tecnica aggiornata, della pubblicazione ne sarà data comunicazione sulla home page. Resta fermo che il nuovo edificio dovrà rispettare il perimetro della chiesa di San Giuseppe.

Buongiorno, gli elaborati richiesti sono 2 tavole grafiche formato UNI A1 orientamento verticale ; nel layout presente nella documentazione di concorso in formato pdf è presente una prima tavola con la planimetria ed una tavola n° 2 dove vanno riportati gli elaborati grafici; il mio quesito concerne l'inserimento di una 3° tavola grafica sempre in formato UNI A1 in modo che le tavole grafiche siano 2 come richiesto dal disciplinare di concorso.

Nella sezione "DOCUMENTI" della pagina dedicata al concorso sono disponibili entrambe le tavole grafiche. Il numero di tavole, per ciascuno dei due gradi, rimane quello previsto dal bando.

Si chiede se è possibile ricevere un rilievo più dettagliato, comprendente piante e prospetti, del fabbricato denominato ex Chiesa di San Giuseppe nel suo stato precedente agli eventi sismici del 2016, in modo da capire con chiarezza qual era la sistemazione interna e risalire alle volumetrie esistenti.

Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata;  della pubblicazione ne è data comunicazione sulla home page.

E' possibile avere una planimetria di rilievo dettagliata dell'area oggetto di concorso?

Nella sezione "DOCUMENTI" della pagina dedicata al concorso sono disponibili rilievi in formato .dwg delle aree oggetto di concorso. Inoltre si allega documentazione tecnica aggiornata; della pubblicazione ne è data comunicazione sulla home page.

E' possibile dettagliare meglio il programma funzionale, in particolare per quanto riguarda le superfici minime richieste?

Nella sezione "DOCUMENTI" della pagina dedicata al concorso è disponibile il documento che contiene indicazioni delle quantità richieste per il nuovo edificio. Le superifici funzionali richieste per il nuovo edificio sono le seguenti: Hall/accoglienza pubblico- 30,00 mq , Servizi igienici per il personale-40,00 mq, Magazzino/deposito-50,00 mq , Locali tecnici-30,00 mq , Spazi espositivi distribuiti anche su due livelli-360,00 mq, Servizi igienici per il pubblico-60,00 mq, Laboratori d’artista con relativi servizi-160,00 mq, distributivo circa 10% del totale-80,00 mq. 
A discrezione dei partecipanti, sono possibili proposte migliorative alle superfici suindicate, pur nel rispetto delle quantità complessive. 

Le murature rimanenti della chiesa di San Giuseppe sono da mantenere/restaurare o si prevede che possano essere rimosse?

La proposta progettuale dovrà essere realizzata sfruttando l’ingombro massimo dell’area di sedime del fabbricato preesistente, le giaciture interne e gli spiccati murari superstiti possono essere integrati o meno nella proposta a seconda delle scelte progettuali.

E' possibile avere foto dell'interno della chiesa ante sisma?

Nella sezione "DOCUMENTI" della pagina dedicata al concorso è disponibile documentazione fotografica della chiesa allo stato ante e post sisma.

E' richiesto che l'edificio non superi gli 8 metri di altezza. Questo dato deve essere misurato sul fronte prospiciente Corso Umberto I oppure su quello prospiciente via Nibbi? Che altezza bisogna prendere in considerazione: altezza di gronda/altezza media/etc?

L’altezza massima dei due corpi laterali (linea di gronda) dovrà essere di 8 mt, l’altezza massima del corpo principale (linea di gronda) dovrà essere di 12,5 mt. Nella sezione "DOCUMENTI" della pagina dedicata al concorso è disponibile documentazione tecnica aggiornata.

Nel DIP è scritto che l'altezza massima dell'edificio da progettare non deve eccedere gli 8 metri. Tale quota è da computarsi rispetto alla quota media di corso Umberto I in corrispondenza della facciata dell'edificio?

L’altezza massima dei due corpi laterali (linea di gronda) dovrà essere di 8 mt, l’altezza massima del corpo principale (linea di gronda) dovrà essere di 12,5 mt . Nella sezione "DOCUMENTI" della pagina dedicata al concorso è disponibile documentazione tecnica aggiornata.

buongiorno, con riferimento al progetto per l'ex chiesa di san giuseppe, chiedo i seguenti chiarimenti: 1) sono disponibili i disegni dwg del rilievo (pianta e sezioni) delle parti basamentali superstiti della chiesa di san giuseppe, di cui a pag. 9 del documento B1.01 di indirizzo alla progettazione? se ne deve obbligatoriamente prevedere la demolizione? 2) sono disponibili i disegni dwg del rilievo dei resti degli elementi architettonici del portone e della finestra, di cui a pag. 11 del documento B1.01 di indirizzo alla progettazione? come poterli eventualmente utilizzare ai fini del progetto senza averne il disegno (vale anche per il precedente punto 1)? 3) il rispetto dell'ingombro planimetrico, dell'altezza e della volumetria originaria, implica la richiesta di una ricostruzione "com'era dov'era"? quali gradi di libertà sono concessi ai partecipanti? quanto riportato nel bando (A1.01) e nel documento B1.01 non chiarisce in modo inequivocabile la questione. 4) è possibile avere il layout delle tavole in formato dwg? grazie e buona giornata

La proposta progettuale dovrà essere realizzata sfruttando l’ingombro massimo dell’area di sedime del fabbricato preesistente, le giaciture interne e gli spiccati murari superstiti possono essere integrati o meno nella proposta a seconda delle scelte progettuali.
Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. 
L’altezza massima dei due corpi laterali dovrà essere di 8 mt (linea di gronda), l’altezza massima del corpo principale dovrà essere di 12,5 mt (linea di gronda) (vedasi rilievi allegati).
La ricostruzione della facciata deve valorizzare la memoria dell’edificio ante-sisma, le modalità di raggiungimento di tale obiettivo sono l’oggetto del concorso come riportato nel DIP “Si richiede che il prospetto lungo corso Umberto valorizzi la memoria della facciata principale della chiesa di San Giuseppe, il nuovo edificio dovrà richiamare la memoria del luogo originario, attraverso la sensibilità progettuale dei concorrenti che si potrà manifestare nei modi ritenuti più opportuni.”
Per quanto riguarda Il Layout delle tavole servono da riferimento per l'impaginazione degli elaborati di concorso, attenersi a quello già caricati sulla sezione "Documenti".

 

Buongiorno! E' possibile fare un sopraluogo ai siti del concorso e scattare alcune foto? I caso affermativo bisogna comunicare la data a qualcuno?

Previa acquisizione, presso il Comune di Amatrice senza darne notizia all'USR Lazio, della giusta autorizzazione per accedere in zona rossa, il sopralluogo è possibile. Al fine di mantenere anonimi i concorrenti, l'Ufficio scrivente non può organizzare sopralluoghi. 
Si fa presente che con riferimento alle attività del II grado del concorso, con le stesse modalità di cui al punto precedente, potrà essere esperito il sopralluogo presso l'area oggetto di interesse.

Buongiorno! E' possibile fare un sopraluogo ai siti del concorso e scattare alcune foto? I caso affermativo bisogna comunicare la data a qualcuno?

Previa acquisizione, presso il Comune di Amatrice senza darne notizia all'USR Lazio, della giusta autorizzazione per accedere in zona rossa, il sopralluogo è possibile. Al fine di mantenere anonimi i concorrenti, l'Ufficio scrivente non può organizzare sopralluoghi. 
Si fa presente che con riferimento alle attività del II grado del concorso, con le stesse modalità di cui al punto precedente, potrà essere esperito il sopralluogo presso l'area oggetto di interesse.

Buongiorno, analizzando i documenti del concorso si chiede un chiarimento rispetto l'indirizzo da dare al progetto. Ovvero nel DIP si esplicita che la ricostruzione del volume della ex Chiesa può essere oggetto di interpretazione del progettista adottando un linguaggio contemporaneo che mantenga comunque al memoria della chiesa e rimanda per i dettagli al PSR che tuttavia indica una ricostruzione fedele a quella che era l'edificio crollato e che impone di utilizzare gli stessi materiali e dettagli architettonici. Si chiede quale dei due indirizzi sia quello da seguire.

Si faccia riferimento a quanto riportato all’interno del bando di concorso ed in particolare nel DIP. 
La proposta progettuale dovrà essere realizzata sfruttando l’ingombro massimo dell’area di sedime del fabbricato preesistente, le giaciture interne e gli spiccati murari superstiti possono essere integrati o meno nella proposta a seconda delle scelte progettuali.
Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. 
L’altezza massima dei due corpi laterali dovrà essere di 8 mt (linea di gronda), l’altezza massima del corpo principale dovrà essere di 12,5 mt (linea di gronda) (vedasi documentazione tecnica aggiornata).
La ricostruzione della facciata deve valorizzare la memoria dell’edificio ante-sisma, le modalità di raggiungimento di tale obiettivo sono l’oggetto del concorso come riportato nel DIP “Si richiede che il prospetto lungo corso Umberto valorizzi la memoria della facciata principale della chiesa di San Giuseppe, il nuovo edificio dovrà richiamare la memoria del luogo originario, attraverso la sensibilità progettuale dei concorrenti che si potrà manifestare nei modi ritenuti più opportuni.”

Nelle immagini ante sisma la chiesa sembrerebbe avere un'altezza maggiore degli 8 metri indicati nel DIP. Potreste cortesemente verificare questo punto?

L’altezza massima dei due corpi laterali (linea di gronda) dovrà essere di 8 mt, l’altezza massima del corpo principale (linea di gronda) dovrà essere di 12,5 mt (vedasi rilievo presente nella documentazione aggiornata).
Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. 

Salve, nel DIP non sono presenti requisiti per dimensioni/numero di locali o caratteristiche degli stessi, è possibile avere ulteriori specifiche o è tutto lasciato a discrezione del concorrente?

Nella sezione "DOCUMENTI" della pagina dedicata al concorso è disponibile il documento che contiene indicazioni delle quantità richieste per il nuovo edificio. Le superifici funzionali richieste per il nuovo edificio sono le seguenti: Hall/accoglienza pubblico- 30,00 mq , Servizi igienici per il personale-40,00 mq, Magazzino/deposito-50,00 mq , Locali tecnici-30,00 mq , Spazi espositivi distribuiti anche su due livelli-360,00 mq, Servizi igienici per il pubblico-60,00 mq, Laboratori d’artista con relativi servizi-160,00 mq, distributivo circa 10% del totale-80,00 mq. 
A discrezione dei partecipanti, sono possibili proposte migliorative alle superfici suindicate, pur nel rispetto delle quantità complessive. 

Buonasera le tavole Layout 1° grado non si aprono con GIMP 2.10.24, potete formattarle per questo software? Messaggio di errore: "L'apertura di "C:\Lavoro\UFFICIO3\2022 - CONCORSO AMATRICE\DOCUMENTI UFFICIALI\A02.02_ Layout Tavole 1° grado _ cartiglio tav 1 _ ex chiesa di S. Giuseppe.eps" è fallita: Impossibile interpretare il file PostScript "C:\Lavoro\UFFICIO3\2022 - CONCORSO AMATRICE\DOCUMENTI UFFICIALI\A02.02_ Layout Tavole 1° grado _ cartiglio tav 1 _ ex chiesa di S. Giuseppe.eps" Grazie

Nella sezione “DOCUMENTI” sono disponibili i layout delle tavole e i cartigli aggiornati.

Buona Sera, La Chiesa di San Giuseppe era più alta di 8 metri; dobbiamo comunque attenerci agli 8 metri indicati ?

L’altezza massima dei due corpi laterali (linea di gronda) dovrà essere di 8 mt, l’altezza massima del corpo principale (linea di gronda) dovrà essere di 12,5 mt (vedasi rilievo presente nella documentazione aggiornata).
Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. 

Buona sera, E disponibile un rielevo della Chiesa originaria di San Giuseppe?

Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. 

All’interno del Programma Straordinario di Ricostruzione la facciata su Corso Umberto della chiesa di San Giuseppe è mappata come “facciate che presentano una qualità di disegno medio-alta di cui e' prevista la ricostruzione integrale” (EL. 3.5 Indirizzi per la Ricostruzione del PSR). A tal riguardo nel PSR all’elaborato EL.1 Disposizioni Regolamentari art. 5.7 comma 2 si legge quanto segue: “ I fronti strada del centro abitato storico di Amatrice giudicati di qualità medio alta sono puntualmente identificati nell’ EL. 3.5 – Indirizzi per la ricostruzione del centro abitato storico di Amatrice in relazione ai gradi di qualità delle componenti morfologiche ed insediative urbane “. Piccole modifiche nel loro riposizionamento sono possibili qualora le facciate non presentino un partito architettonico di qualità o finiture di pregio o aperture munite di cornici in pietra o a stucco plasticamente connotate o semplici, o elementi costruttivi riferibili a fasi significativi dell’evoluzione storica dell’insediamento urbano purché si provveda a mantenere e riproporre tali elementi e nella disposizione delle aperture si rispettino le proporzioni di quelle preesistenti, e se ne riproponga l’ordine compositivo originario. “ Dalle Disposizioni Regolamentari e in particolare nell’articolo sopra citato si evince che l’approccio da adottare nella ricostruzione delle facciate caratterizzate da una qualità storica sia di tipo estremamente conservativo. Si chiede gentilmente alla giuria di esplicitare più precisamente cosa s’intende per “ricostruzione integrale”. Il progettista dovrà ricostruire la facciata con un approccio di tipo “dov’era com’era” quindi apportare una ricostruzione pedissequa di tutti i caratteri della facciata compresi materiali, stucchi, decorazioni e sporti di gronda oppure sarà lasciata libertà d’interpretare il significato della memoria con un approccio meno mimetico rispetto all’edificio originale? In caso si dovesse procedere con una ricostruzione “dov’era com’era” si chiede alla giuria di integrare gli elaborati messi a disposizione con un rilievo quotato dello stato ante sisma dei prospetti o informazioni aggiuntive rispetto quelle fornite.

Si faccia riferimento a quanto riportato all’interno del bando di concorso ed in particolare nel DIP. 
Si specifica inoltre che le Disposizoni Regolamentari, approvate con DCC n. 27 del 06/05/2022 si applicano alla ricostruzione privata.
La proposta progettuale dovrà essere realizzata sfruttando l’ingombro massimo dell’area di sedime del fabbricato preesistente, le giaciture interne e gli spiccati murari superstiti possono essere integrati o meno nella proposta a seconda delle scelte progettuali.
Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. 
L’altezza massima dei due corpi laterali dovrà essere di 8 mt (linea di gronda), l’altezza massima del corpo principale dovrà essere di 12,5 mt (linea di gronda) (vedasi rilievi allegati).
La ricostruzione della facciata deve valorizzare la memoria dell’edificio ante-sisma, le modalità di raggiungimento di tale obiettivo sono l’oggetto del concorso come riportato nel DIP “Si richiede che il prospetto lungo corso Umberto valorizzi la memoria della facciata principale della chiesa di San Giuseppe, il nuovo edificio dovrà richiamare la memoria del luogo originario, attraverso la sensibilità progettuale dei concorrenti che si potrà manifestare nei modi ritenuti più opportuni.”

- Nel documento di indirizzo alla progettazione si legge a pagina 13 “Il nuovo edificio dovrà quindi rappresentare un ponte tra il passato e il futuro del centro storico di Amatrice, proponendo una nuova architettura contemporanea in grado di valorizzare la memoria del luogo, integrandosi alle indicazioni del Programma Straordinario di Ricostruzione” . All’interno del Programma Straordinario di Ricostruzione la chiesa di San Giuseppe è indicata come edificio per il quale è previsto il ripristino in sagoma (EL. 3.5 Indirizzi per la Ricostruzione del PSR). E’ necessario riproporre la stessa sagoma oppure solo la stessa volumetria edificabile, cioè stessi m3? In caso dovessimo riproporre la stessa sagoma esterna sarebbe possibile fornire ai partecipanti un rilievo ante sisma quotato degli esterni e degli interni dell’edificio? Il modello 3D fornito non è sufficientemente dettagliato ed è una rappresentazione qualitativa dalla quale è difficile dedurre informazioni quantitative, altezze e quote. A testimonianza di ciò si riporta il fatto che nel DIP è indicato che l’edificio non deve superare gli 8 m di altezza mentre il modello 3D riporta una altezza alla gronda di 10 m.

Si faccia riferimento a quanto riportato all’interno del bando di concorso ed in particolare nel DIP. 
Si specifica inoltre che le Disposizioni Regolamentari, approvate con DCC n. 27 del 06/05/2022 si applicano alla ricostruzione privata.
La proposta progettuale dovrà essere realizzata sfruttando l’ingombro massimo dell’area di sedime del fabbricato preesistente, le giaciture interne e gli spiccati murari superstiti possono essere integrati o meno nella proposta a seconda delle scelte progettuali.
Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. 
L’altezza massima dei due corpi laterali dovrà essere di 8 mt (linea di gronda), l’altezza massima del corpo principale dovrà essere di 12,5 mt (linea di gronda) (vedasi rilievi allegati).
La ricostruzione della facciata deve valorizzare la memoria dell’edificio ante-sisma, le modalità di raggiungimento di tale obiettivo sono l’oggetto del concorso come riportato nel DIP “Si richiede che il prospetto lungo corso Umberto valorizzi la memoria della facciata principale della chiesa di San Giuseppe, il nuovo edificio dovrà richiamare la memoria del luogo originario, attraverso la sensibilità progettuale dei concorrenti che si potrà manifestare nei modi ritenuti più opportuni.”

- Nel Documento di indirizzo alla progettazione a pagina 13 è indicato che l’edificio non deve superare gli 8m di altezza mentre il modello 3D presente nel file "PSR_Amb0_Str1-Modello_3d" riporta un’altezza alla gronda di 10 m. Quale altezza massima dobbiamo utilizzare? Ci basiamo sulla ricostruzione 3D messa a punto dal PSR oppure sulle indicazioni del Documento di indirizzo alla progettazione?

L’altezza massima dei due corpi laterali (linea di gronda) dovrà essere di 8 mt, l’altezza massima del corpo principale (linea di gronda) dovrà essere di 12,5 mt (vedasi rilievo presente nella documentazione aggiornata).
Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata.

Sarebbe possibile fornire ai partecipanti il cartiglio in formato dwg?

No, il cartiglio è disponibile solo nel formato .eps presente nella sezione “DOCUMENTI”.

Precedentemente l’edificio ospitava la biblioteca, nel nuovo centro culturale non viene però riproposta tra le funzioni necessarie, verrà ricollocata in altro sito oppure nel progetto è da prevedere uno spazio che abbia questa funzione? In caso servisse potreste indicarci i metri quadri?

La funzione di biblioteca non è prevista per l'edificio oggetto di concorso.

E’ possibile avere un’indicazione più precisa rispetto ai metri quadri di ogni funzione richiesta nel Documento di Indirizzo alla progettazione? A pagina 14 del DIP è presente l’elenco delle funzioni ma non le relative superfici.

Nella sezione "DOCUMENTI" della pagina dedicata al concorso è disponibile il documento che contiene indicazioni delle quantità richieste per il nuovo edificio. Le superfici funzionali richieste per il nuovo edificio sono le seguenti: Hall/accoglienza pubblico- 30,00 mq , Servizi igienici per il personale-40,00 mq, Magazzino/deposito-50,00 mq , Locali tecnici-30,00 mq , Spazi espositivi distribuiti anche su due livelli-360,00 mq, Servizi igienici per il pubblico-60,00 mq, Laboratori d’artista con relativi servizi-160,00 mq, distributivo circa 10% del totale-80,00 mq. 
A discrezione dei partecipanti, sono possibili proposte migliorative alle superfici suindicate, pur nel rispetto delle quantità complessive. 

Quanti laboratori per artisti deve ospitare il nuovo edificio e cosa s’intende per “relativi servizi” ( DIP pag 14) ?

Nella sezione "DOCUMENTI" della pagina dedicata al concorso è disponibile il documento che contiene indicazioni delle quantità richieste per il nuovo edificio. Le superifici funzionali richieste per il nuovo edificio sono le seguenti: Hall/accoglienza pubblico- 30,00 mq , Servizi igienici per il personale-40,00 mq, Magazzino/deposito-50,00 mq , Locali tecnici-30,00 mq , Spazi espositivi distribuiti anche su due livelli-360,00 mq, Servizi igienici per il pubblico-60,00 mq, Laboratori d’artista con relativi servizi-160,00 mq, distributivo circa 10% del totale-80,00 mq. 
A discrezione dei partecipanti, sono possibili proposte migliorative alle superfici suindicate, pur nel rispetto delle quantità complessive. 
 Resta fermo quanto indicato del DIP quanto al programma funzionale.

E’ possibile fornire rilievo dello stato attuale della chiesa di San Giuseppe?

La proposta progettuale dovrà essere realizzata sfruttando l’ingombro massimo dell’area di sedime del fabbricato preesistente, le giaciture interne e gli spiccati murari superstiti possono essere integrati o meno nella proposta a seconda delle scelte progettuali. Non si ha a disposizione rilievo dello stato attuale. Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata.

E’ possibile fornire fotografie dello stato pre-sisma degli spazi interni?

Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata.

Nel Documento di Indirizzo alla progettazione si legge “Il nuovo edificio dovrà rispettare il perimetro della chiesa di San Giuseppe, come evidenziato nei disegni forniti, e rispettare la volumetria originaria, non superando quindi gli 8 metri di altezza. “ Se non erro gli unici elaborati dai quali si può ricavare la sagoma dell'edificio sono il modello 3D presente nel file ”PSR_Amb0_Str1-Modello_3d” e, per quanto riguarda la facciata su corso Umberto, l'elaborato EL.2.2.3.2-PROFILO-CORSO-UMB entrambi allegati al PSR. Nel modello 3D l'edificio della chiesa di San Giuseppe supera gli 8 m di altezza, e presenta inoltre proporzioni molto diverse rispetto a quelle deducibili dalle foto pre-sisma fornite. Se si mette in scala il prospetto su corso Umberto presente nell'elaborato EL.2.2.3.2 le proporzioni sono maggiormente veritiere tuttavia l'edificio presenta altezze maggiori di 8m e quindi non sarebbe comunque rispettato il limite di altezza imposto dal DPI. E' possibile indicare quale elaborato dobbiamo consultare per ricavare la sagoma dell'edificio oppure fornirci un rilievo esterno più accurato?

L’altezza massima dei due corpi laterali (linea di gronda) dovrà essere di 8 mt, l’altezza massima del corpo principale (linea di gronda) dovrà essere di 12,5 mt (vedasi rilievo presente nella documentazione aggiornata).
Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata.

Nel PSR l’Ex Chiesa di San Giuseppe è classificata come edificio di interesse storico di proprietà comunale (EL.3.1.3). Inoltre la facciata principale rientra nella categoria “facciate che presentano una qualità di disegno medio-alta di cui è prevista la ricostruzione integrale” (EL.3.5). All’interno delle Disposizioni Regolamentari del PSR (EL.4.1) al capitolo “5.7 Fronti strada” è specificato: “2.I fronti strada del centro abitato storico di Amatrice giudicati di qualità medio alta sono puntualmente identificati nell’EL. 3.5 – Indirizzi per la ricostruzione del centro abitato storico di Amatrice in relazione ai gradi di qualità delle componenti morfologiche ed insediative urbane. Piccole modifiche nel loro riposizionamento sono possibili qualora le facciate non presentino un partito architettonico di qualità o finiture di pregio o aperture munite di cornici in pietra o a stucco plasticamente connotate o semplici, o elementi costruttivi riferibili a fasi significativi dell’evoluzione storica dell’insediamento urbano purché si provveda a mantenere e riproporre tali elementi e nella disposizione delle aperture si rispettino le proporzioni di quelle preesistenti, e se ne riproponga l’ordine compositivo originario.” Per l’edificio in questione, è richiesto un intervento di ricostruzione volumetrica fedele all’edificio pre-sisma, con un progetto “com’era dov’era”, oppure è lasciata libera interpretazione ai partecipanti di presentare una soluzione che possa richiamare la memoria con proposte diverse rispetto all’edificio preesistente?

Si faccia riferimento a quanto riportato all’interno del bando di concorso ed in particolare nel DIP. 
Si specifica inoltre che le Disposizoni Regolamentari, approvate con DCC n. 27 del 06/05/2022 si applicano alla ricostruzione privata.
La proposta progettuale dovrà essere realizzata sfruttando l’ingombro massimo dell’area di sedime del fabbricato preesistente, le giaciture interne e gli spiccati murari superstiti possono essere integrati o meno nella proposta a seconda delle scelte progettuali.
Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. 
L’altezza massima dei due corpi laterali dovrà essere di 8 mt (linea di gronda), l’altezza massima del corpo principale dovrà essere di 12,5 mt (linea di gronda) (vedasi rilievi allegati).
La ricostruzione della facciata deve valorizzare la memoria dell’edificio ante-sisma, le modalità di raggiungimento di tale obiettivo sono l’oggetto del concorso come riportato nel DIP “Si richiede che il prospetto lungo corso Umberto valorizzi la memoria della facciata principale della chiesa di San Giuseppe, il nuovo edificio dovrà richiamare la memoria del luogo originario, attraverso la sensibilità progettuale dei concorrenti che si potrà manifestare nei modi ritenuti più opportuni.”

Dalle disposizioni regolamentari del Programma straordinario di Ricostruzione Art. 3 - Strutture, Par. 3.1 - Strutture verticali: “[…] della conservazione o riproposizione il più possibile aderente alla situazione ante sisma relativamente ai caratteri tipo-morfologici e costruttivi ed alle finiture originarie.” e successivi articoli, in particolare Art. 5 paragrafi 5.2, 5.3, 5.7, ecc., si evince che l'intero centro storico, debba essere ricostruito così com'era ante sisma. Pertanto, l'oggetto del concorso rientra in una particolare deroga, e quindi viene lasciato ai concorrenti la libera interpretazione della memoria storica, o dev'essere ricostruito, almeno esternamente, in maniera fedele alla situazione ante sisma?

Si faccia riferimento a quanto riportato all’interno del bando di concorso ed in particolare nel DIP. 
Si specifica inoltre che le Disposizoni Regolamentari, approvate con DCC n. 27 del 06/05/2022 si applicano alla ricostruzione privata.
La proposta progettuale dovrà essere realizzata sfruttando l’ingombro massimo dell’area di sedime del fabbricato preesistente, le giaciture interne e gli spiccati murari superstiti possono essere integrati o meno nella proposta a seconda delle scelte progettuali.
Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. 
L’altezza massima dei due corpi laterali dovrà essere di 8 mt (linea di gronda), l’altezza massima del corpo principale dovrà essere di 12,5 mt (linea di gronda) (vedasi rilievi allegati).
La ricostruzione della facciata deve valorizzare la memoria dell’edificio ante-sisma, le modalità di raggiungimento di tale obiettivo sono l’oggetto del concorso come riportato nel DIP “Si richiede che il prospetto lungo corso Umberto valorizzi la memoria della facciata principale della chiesa di San Giuseppe, il nuovo edificio dovrà richiamare la memoria del luogo originario, attraverso la sensibilità progettuale dei concorrenti che si potrà manifestare nei modi ritenuti più opportuni.”

Per quanto riguarda gli elementi architettonici appartenenti al portone barocco e alla finestra centrale rinvenuti per la facciata della chiesa di San Giuseppe, sarebbe possibile avere delle immagini degli stessi senza i rettangoli rossi di inquadramento presenti a pag.14 del Disciplinare del concorso o ad una risuluazione maggiore delle immagini conenute nell’allegato B01_06 - Documentazione storica _ scheda opera _ ex chiesa di San Giuseppe?

Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. Della pubblicazione della documentazione tecnica aggiornata e ne sarà data comunicazione nella home page del concorso.

In merito al punto 3.2.1 del Bando, si chiede se si può variare il capogruppo tra primo e secondo grado. Più precisamente, se è possibile partecipare al primo grado come singolo professionista e, in caso di ammissione, inserire nuove figure professionali, tra cui una che prenderà il ruolo di gruppo nel secondo grado (che non corrisponde al singolo professionista che ha partecipato al primo grado), fermo restando che il professionista partecipante in primo grado resterà all'interno del gruppo.

Si riporta testualmente il p.to 3.2.1 del Disciplinare di concorso "Ferma restando la possibilità di partecipare al 1° grado per il singolo professionista e per tutti gli operatori economici di cui all’art. 46 comma 1 del Codice, i partecipanti al 2° grado del Concorso dovranno costituire un gruppo di lavoro, producendo, quale documentazione amministrativa per partecipare al 2°grado, una apposita dichiarazione sulla sua composizione in aggiunta all’istanza di partecipazione al 2° grado di cui al p.to 2.2 del presente Disciplinare...."

In merito al punto 3.3.2 del Bando, si chiede se i requisiti di capacità tecnica e professionale relativi all'ID OPERE E.22 si possono considerare come cumulativi del gruppo, o se il capogruppo deve possedere singolarmente la totalità dei requisiti legati all'ID OPERE E.22. Si chiede se, in ogni caso, il capogruppo deve possedere singolarmente requisiti di capacità tecnica e professionale, o se teoricamente può essere capogruppo con i soli requisiti di ordine generale e idoneità professionale di cui al punto 3.2.

Si segnala che gli atti di concorso sono stati redatti in linea i contenuti di cui alla sente della Corte di Giustizia Europea, Sez. IV 28/04/2022 n. C. 642/20, in base alla quale non risulta più applicabile la disposizione di cui all'art. 83, co. 8 del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.i..  nella parte in cui prevede che " la mandataria in ogni caso deve possedere i requisiti ed eseguire le prestazione in misura maggioritaria".

E' necessario mantenere i lacerti dei muri perimetrali che non sono stati totalmente distrutti dal sisma oppure è possibile demolirli?

La proposta progettuale dovrà essere realizzata sfruttando l’ingombro massimo dell’area di sedime del fabbricato preesistente, le giaciture interne e gli spiccati murari superstiti possono essere integrati o meno nella proposta a seconda delle scelte progettuali.

In merito al punto 6.3 del DIP, si chiede se il rispetto del perimetro e dell'altezza massima consentita siano gli unici vincoli dimensionali, o se via sia anche una superficie massima ammissibile. In merito al punto 6.3 del DIP, si chiede se sia possibile conoscere il dimensionamento atteso per le singole destinazioni funzionali (spazi) elencati nel programma funzionale.

Si faccia riferimento a quanto riportato all’interno del bando di concorso ed in particolare nel DIP. 
La proposta progettuale dovrà essere realizzata sfruttando l’ingombro massimo dell’area di sedime del fabbricato preesistente, le giaciture interne e gli spiccati murari superstiti possono essere integrati o meno nella proposta a seconda delle scelte progettuali.
Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. 
L’altezza massima dei due corpi laterali dovrà essere di 8 mt (linea di gronda), l’altezza massima del corpo principale dovrà essere di 12,5 mt (linea di gronda) (vedasi rilievi allegati). La ricostruzione della facciata deve valorizzare la memoria dell’edificio ante-sisma, le modalità di raggiungimento di tale obiettivo sono l’oggetto del concorso come riportato nel DIP “Si richiede che il prospetto lungo corso Umberto valorizzi la memoria della facciata principale della chiesa di San Giuseppe, il nuovo edificio dovrà richiamare la memoria del luogo originario, attraverso la sensibilità progettuale dei concorrenti che si potrà manifestare nei modi ritenuti più opportuni.”

Nella sezione "DOCUMENTI" della pagina dedicata al concorso è altresì disponibile il documento che contiene indicazioni delle quantità richieste per il nuovo edificio. Le superifici funzionali richieste per il nuovo edificio sono le seguenti: Hall/accoglienza pubblico- 30,00 mq , Servizi igienici per il personale-40,00 mq, Magazzino/deposito-50,00 mq , Locali tecnici-30,00 mq , Spazi espositivi distribuiti anche su due livelli-360,00 mq, Servizi igienici per il pubblico-60,00 mq, Laboratori d’artista con relativi servizi-160,00 mq, distributivo circa 10% del totale-80,00 mq. 
A discrezione dei partecipanti, sono possibili proposte migliorative alle superfici suindicate, pur nel rispetto delle quantità complessive. 

Si chiede se sia possibile ottenere documentazione più esaustiva, in forma di disegni e fotografie, dello stato pre-sisma relativa alla chiesa di San Giuseppe, e del suo stato attuale, in particolare in riferimento ai brani murari rimasti intatti. Si ritiene questo necessario ai fini di poter formulare una proposta che consideri la memoria storica dell'edificio e la sua consistenza attuale.

 Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. 
Della pubblicazione della documentazione tecnica aggiornata e ne sarà data comunicazione nella home page del concorso.

In riferimento al punto 6.2 del DIP, gli elementi architettonici salvati relativi al portone barocco e alla finestra centrale, sono unicamente quelli perimetrati in rosso nelle immagini (sempre al punto 6.2 del DIP)?

 Nella sezione “DOCUMENTI” della pagina dedicata al concorso è stata caricata documentazione tecnica aggiornata. 
Della pubblicazione della documentazione tecnica aggiornata e ne sarà data comunicazione nella home page del concorso.

• In merito alla collezione da inserire all’interno del nuovo spazio espositivo dell’ex chiesa di San Giuseppe, sarebbe utile conoscerne la tipologia di esposizione prevista (permanente/temporanea) e del materiale che si intenda ospitare. • In attesa della ricostruzione del Museo Civico che custodiva la collezione delle opere del Filotesio, si chiede se sia prevista la ricollocazione della medesima all’interno dello spazio espositivo dell’ex chiesa di San Giuseppe, eventualmente fornendone relativa documentazione fotografica/descrittiva integrativa. • Si chiede se sia possibile fornire ulteriore documentazione esplicativa di tipo tecnico-fotografico delle rovine dell’ex chiesa comprensive del rilievo dello stato dei luoghi. Grazie

lo spazio espositivo ospiterà mostre temporanee;   le opere prodotte nei laboratori d'artista entreranno nella collezione del Museo civico Cola Filotesio, la cui direzione deciderà l'opportuna collocazione.