È possibile inviare quesiti e richieste di chiarimenti alla segreteria organizzativa: i quesiti, se ritenuti di interesse comune, saranno pubblicati in questa pagina del sito. Il modulo quesiti sarà disponibile fino alle 24:00 del 15/10/2020

Risposte pubblicate

Con la dicitura "valorizzazione dei resti dell'antica città giudicale presenti sotto l'attuale pavimentazione stradale con scavi archeologici adeguati" si intende che le vestigia rinvenute debbano poi essere tassativamente lasciate a vista oppure, dopo l'effettuazione dei rilievi e delle altre operazioni del caso, possano essere adeguatamente protette e reinterrate?

Gli scavi archeologici effettuati nell’anno 2002 hanno riportato alla luce i resti delle mura giudicali che sono  stati protetti e reinterrati (vedere le note archeologiche allegate alla documentazione del concorso). I concorrenti devono proporre delle ipotesi di valorizzazione dei resti della città medioevale, ma sono liberi di scegliere le soluzioni che ritengono più idonee.

Sarebbe possibile sapere con esattezza qual è la funzione della piazza nell'ambito dello svolgimento della Sartiglia, ovvero quali spazi devono essere garantiti e quali esigenze devono essere tassativamente soddisfatte?

Il corteo della Sartiglia arriva in piazza Manno e prosegue per la via Duomo. Dalla stessa piazza partono i cavalieri per la corsa alla stella e quindi è un luogo dove si concentra il pubblico per vedere la manifestazione. Eventuali informazioni di dettaglio sulla manifestazione possono essere acquisite contattando la “Fondazione Sa Sartiglia”( https://www.sartiglia.info/)

Con "spostamento del sistema di trattamento acque del vecchio distributore di carburanti" si intende la semplice rimozione dello stesso o è necessario trovargli una nuova collocazione all'interno del progetto?

Il sistema di trattamento acque del vecchio distributore di carburanti risulta collocato sui resti delle vecchie mura giudicali per cui, fino al momento in cui cesserà la contaminazione della falda,  deve essere minimizzato l’impatto visivo.

E' possibile avere dei file dei disegni dei fronti della piazza Manno, o eventualmente indicare dove è possibile reperirli? Grazie.

Si richiede un elaborato dwg che definisca e individui in maniera esatta l'area oggetto di intervento, dagli elaborati messi a disposizione non risultano chiari i limiti, in particolare con la via Duomo, via Crispi, via Solferino e via Cagliari

Come indicato nel DPP l’ambito di intervento è ubicato tra piazza Indipendenza, vico Episcopio, via Vittorio Emanuele, via Crispi e via Angioi. Vedere documento caricato in piattaforma in data 24/09/2020 (file dwg “Area intervento”)

Si chiede cosa si intende per "Rappresentazioni tridimensionali (nel numero massimo di due)". Si chiede se questo comprende dettagli costruttivi e/o schemi grafici in assonometria o prospettiva di supporto agli elaborati principali, o se si riferisce unicamente a viste renderizzate.

Per rappresentazioni tridimensionali si intendono delle rappresentazioni di oggetti e/o contesti urbani che possono essere sia assonometrie, sia prospettive, anche di elementi di dettaglio (per es. panchine, gazebi, ecc) anche illustrate attraverso dei render.

Coscienti del fatto che i beni immobili dell'ex Casa Circondariale ricadono nelle proprietà demaniali e nei vincoli di tutela di cui ai documenti allegati al bando, ai fini della proposta progettuale, è possibile l'apertura di varchi (eventualmente anche in deroga) nel muro fronte Piazza Manno che mettano in comunicazione l'ex Casa Circondariale e le sue eventuali future destinazioni funzionali con l'area di progetto Piazza Manno, sempre nel rispetto delle linee guida previste nel bando?

Le proposte progettuali devono concentrarsi sulla riqualificazione urbana della piazza, non è previsto né richiesto alcun intervento sugli edifici antistanti, ove gli immobili non siano di proprietà del comune di Oristano. Nulla però vieta di fare delle ipotesi progettuali che possano in futuro essere attuate, apportando dei benefici alla fruizione collettiva della Piazza.

Il grado di dettaglio richiesto per l'intervento relativo all'ex carcere? Si intende estendere la progettazione architettonica dettagliata anche all'interno del fabbricato e delinearne, dunque, la destinazione d'uso? E' richiesto/consentito un trattamento della facciata? Alterazioni di volumetrie etc? Preghiamo di specificare questo dato e in caso ne richiederemmo del materiale tecnico specifico relativo (piante, prospetti, sezioni, 3d etc)

La proposta progettuale deve concentrarsi sulla riqualificazione urbana della piazza, non è previsto né richiesto alcun intervento nell’ex carcere anche perché l’immobile non è di proprietà del comune di Oristano (vedasi quesito n. 7).  Recentemente il  Demanio dello Stato, proprietario dell’immobile, ha eseguito delle opere di manutenzione straordinaria sul muro della recinzione e sulla facciata dell’immobile prospettante sulla piazza.

Abbattimento mura del carcere Richiediamo gentilmente delucidazioni in merito all'abbattimento della muratura che cinge il carcere e la separa della piazza. Tale limite va demolito? Reso permeabile? Insistono vincoli o volontà di conservare tale fabricato?

La proposta progettuale deve concentrarsi sulla riqualificazione urbana della piazza, non è previsto né richiesto alcun intervento nell’ex carcere anche perché l’immobile non è di proprietà del comune di Oristano. (vedasi quesito n. 7) Recentemente il  Demanio dello Stato, proprietario dell’immobile, ha eseguito delle opere di manutenzione straordinaria sul muro della recinzione e sulla facciata dell’immobile prospettante sulla piazza.

Disegno del Verde Con riferimento al bando di gara, apprendiamo la volontà di salvaguardare l'alberatura esistente e di conseguenza domandiamo se sia consentito l'eventuale ripiantumazione degli stessi alberi in altre posizioni, coerentemente con il nostro progetto.

Alcune delle alberature presenti nella piazza meritano sicuramente di essere salvaguardate (magnolia e ficus) mentre altre risultano in cattivo stato vegetativo. Il progetto dovrà quindi tenere presente questi aspetti

Mobilità Gradiremmo avere maggiori delucidazioni riguardo la progressiva pedonalizzazione della piazza. Nello specifico domandiamo quale tipo di carrabilità sia richiesta di progetto: ad esempio sole zone per scarico merci? Transito di veicoli d'emergenza etc, o si ritiene necessaria, comunque, la delimitazione di un'area del tutto carrabile?

Il Documento preliminare alla progettazione richiede una maggiore pedonalizzazione della piazza. Come creare e gestire la limitazione dell’accesso carrabile deve essere indicato nell’idea progettuale

In riferimento al paragrafo "4.1) elaborati progettuali richiesti" del disciplinare di concorso (REV. 11/09/2020), si chiede conferma del numero di tavole grafiche previste, ovvero n. 2 tavole grafiche ? Si evidenzia che nella prima versione del disciplinare di concorso venivano richieste n. 5 tavole grafiche. saluti

Si conferma che il numero di tavole grafiche previste è pari a 2.  Il numero è stato modificato su proposta dell’Ordine degli Architetti di Bologna

Potete fornire alcune foto dello stato attuale dell'area di concorso?

Si consiglia di consultare le foto oblique nel sito http://www.sardegnageoportale.it/webgis2/sardegnafotoaeree/

Vedere immagini supplementari area di concorso caricate in piattaforma in data 24/09/2020 (file ITORIS032015NeighObliq6542S_100501 e  ITORIS032015NeighObliq7048N_100501)

Sono disponibili alcune foto dei resti delle mura?

Non abbiamo documentazione in merito

È possibile demolire l'edificio adiacente all' ex Carcere, ovvero l'alloggio del direttore del carcere, situato ad angolo tra Via Solferino e Piazza Mannu?

La proposta progettuale deve concentrarsi sulla riqualificazione urbana della piazza, non è previsto né richiesto alcun intervento nell’ex carcere né nell'alloggio del direttore perché gli immobili non sono di proprietà del comune di Oristano. Nulla però vieta di fare delle ipotesi progettuali che possano in futuro essere attuate, apportando dei benefici alla fruizione collettiva della Piazza (vedasi anche quesito n. 7)

All'interno del Disciplinare di Concorso, al punto 4.1 (elaborati progettuali richiesti), viene specificato il numero di elaborati richiesti e gli elementi da inserire in ogni tavola grafica. L'elenco degli elementi contenuti nelle singole tavole deve necessariamente seguire la scaletta indicata da bando (ovvero la Tavola n.1 deve contenere la Planimetria generale, la Tavola n.2 deve contenere la Planimetria di dettaglio, la Tavola n.3 deve contenere i Prospetti e le sezioni significative, etc.) oppure è possibile articolare le tavole a proprio piacimento? Per quanto invece riguarda la Relazione illustrativa viene specificato di articolarla secondo i criteri di valutazione. In questo caso bisognerà seguire la scaletta contenuta la punto 5.2 del Disciplinare di Concorso nello stesso ordine con cui sono stati elencati i suddetti criteri oppure possiamo modificare l’ordine degli argomenti ad esempio partendo dalle scelte compositive?

E' possibile articolare le tavole a proprio piacimento senza superare il numero massimo di tavole grafiche previste nel disciplinare (pari a 2).

E' preferibile seguire l’ordine con cui sono stati elencati i criteri di valutazione previsti nel punto 5.2 del Disciplinare di Concorso.

 

Sarebbe possibile avere i file del piano terra della scuola e dell'ex carcere in modo da poter meglio studiare la relazione tra questi edifici e la piazza?

Vedere documenti caricati in piattaforma in data 25/09/2020 (planimetria ex Carcere e TAV 1 - Planimetria generale e piante – Scuola)