TEMA DEL CONTEST

Facendo seguito all’edizione del 2015, l’Ordine degli Architetti di Bologna ha deciso di rinnovare l’appuntamento promuovendo un nuovo contest fotografico avente come tema il design. In particolare, l’oggetto di design inserito nel suo contesto quotidiano e utilizzato, in relazione con l’uomo.

Protagonista del contest fotografico sarà quindi l’oggetto di design che da elemento scultoreo si cala nella realtà, entra nelle case, arricchisce le città. Condiziona luoghi e persone e ne viene condizionato. Si trasforma, invecchia, rinasce. Il soggetto fotografico non è l’oggetto in sé ma l’oggetto nel suo uso quotidiano, per intenderci, anche solo la sedia con una persona seduta.

La premiazione del vincitore avverrà alle ore 18.30 in occasione dell’aperitivo di Natale dell’Ordine degli Architetti di Bologna che si terrà presso la Fondazione Massimo e Sonia Cirulli, a San Lazzaro di Savena, il 12 dicembre 2016.

 

NOTA STORICA

La Fondazione Massimo e Sonia Cirulli ha recentemente acquisito lo Spazio Simon Gavina a San Lazzaro di Savena (BO). L'edificio è stato costruito nel 1960 dai fratelli Achille e Pier Giacomo Castiglioni e fino al 2012 è stato sede dell'azienda Simon-Gavina fungendo da showroom, atelier creativo e non solo. In quegli anni, infatti, grazie alla genialità di Dino Gavina questo luogo è stato crocevia di incontri che hanno segnato la storia della cultura visiva e del disegno industriale del XX secolo. Sono tanti gli artisti che hanno varcato la soglia di questo edificio, da Lucio Fontana a Man Ray, da Marcel Breuer a Carlo Scarpa e Kazuhide Takahama.

La Fondazione Cirulli farà di questo capolavoro architettonico la sua nuova sede e uno spazio culturale polivalente animato da attività espositive, oltre ad ospitare il suo archivio. Il progetto rientra nel programma della Fondazione Cirulli di preservare e valorizzare la cultura visiva italiana del Novecento attraverso la conservazione, la tutela, lo studio e l’esposizione di opere d’arte e oggetti industriali al fine di favorire una migliore interpretazione del presente e riflettere sul futuro di un paese dalle lunghe tradizioni e dal patrimonio artistico e culturale importantissimo.

Con un patrimonio che conta oltre 200.000 opere tra quadri, sculture, fotografie, litografie originali e disegni progettuali, l’archivio della Fondazione conserva alcuni importanti fondi di architettura del XX secolo come il fondo E42, che raccoglie i progetti originali di architetti come Giovanni Guerrini, Gaetano Minnucci, Pier Luigi Nervi e Marcello Piacentini realizzati in occasione dell’Esposizione Universale che si sarebbe dovuta tenere a Roma nel 1942 e il fondo Virgilio Marchi, che conserva oltre duecento tra disegni progettuali e carteggi di uno dei più importanti scenografi e architetti del Novecento italiano.

 

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

La partecipazione è aperta a tutti gli Architetti iscritti ad un Ordine.