Oggetto del concorso

Nel corso degli ultimi anni il comprensorio di Pila è stato interessato da importanti investimenti sulle piste da sci i quali hanno contribuito ad accrescerne la competitività migliorando significativamente l’offerta turistica per la clientela, condizione indispensabile per mantenere il posizionamento sul mercato della stazione sciistica.

Tali interventi, se da un lato hanno contribuito a migliorare la conformazione generale e quindi la fruibilità del comprensorio, ne hanno tuttavia enfatizzato lo squilibrio in termini di utilizzo degli impianti sia per la differente appetibilità delle piste servite che degli impianti stessi, alcuni dei quali non sono più in grado di soddisfare le aspettative di una clientela peraltro sempre più esigente.

Al fine di migliorare l’efficienza e l’appetibilità del sistema comprensorio nel suo insieme, è quindi necessario “spostare” i clienti dalle code degli impianti alle piste, anche perché i lunghi tempi di attesa per la risalita danno una immediata percezione negativa alla clientela.

Si tratta di obiettivi che possono essere raggiunti attraverso la sostituzione di due impianti ad ammorsamento fisso, risalenti alla fine degli anni ottanta e prossimi a scadenze tecniche onerose, e di un nastro trasportatore, con una nuova linea di arroccamento baricentrica rispetto all’estensione del comprensorio.

Essendo Pila S.p.A. in possesso di un adeguato studio di fattibilità della parte funiviaria dell’impianto, il Concorso verterà unicamente sulle parti architettoniche previste nel Documento Preliminare alla Progettazione (DPP), limitandosi pertanto alla proposta progettuale della stazione di valle (rif. par. DPP 1.2.1), con conseguente riorganizzazione ed integrazione “estetico-funzionale” della stazione esistente, nonché di quella di monte, con il relativo punto di ristoro panoramico (rif. par. DPP 1.2.3 e 2).